153 aziende di pannelli solari

PREVENTIVI PANNELLI SOLARI GRATIS

timer

Risparmia fino al 40% in 1 minuto

Gratis, no obblighi Aziende fidate

Il fotovoltaico conviene

Installare pannelli solari comporta un investimento iniziale rilevante. Nel lungo periodo, però, il fotovoltaico conviene perché ti consente di produrre autonomamente l’energia necessaria per soddisfare le esigenze della tua famiglia.

fotovoltaico conviene

Il fotovoltaico conviene. Non si tratta solamente di una spesa, ma di un vero e proprio investimento. In qualche anno, infatti, i costi sostenuti rientrano e inizia il risparmio. In quanto tempo questo è possibile? Dipende principalmente dal rendimento medio dei pannelli e dagli incentivi statali.

PotenzaCostoDetrazioniRientro in anniRendimento in 20 anni
3.000 kWh9.000 €50%814 %
3.000 kWh9.000 €35%813 %

Aumenta la convenienza risparmiando sui costi iniziali

Vuoi installare un impianto fotovoltaico al prezzo più conveniente sul mercato? Non accontentarti della prima offerta che trovi. Tramite il nostro sito web riceverai fino a cinque preventivi personalizzati in massimo un giorno lavorativo. Compila la scheda, è facile e veloce: richiede solamente due minuti. Confrontando diversi prezzi, risparmierai fino al 40%.

Il rendimento

Il rendimento indicato nella tabella si riferiesce alla percentuale di radiazioni solari che i pannelli fotovoltaici riescono ad assorbire e trasformare in energia elettrica. È calcolato in base al rapporto tra la potenza in watt e la superficie occupata in metri quadrati, ad una temperatura intorno ai 25° C. Nella tabella precedente è presa in esame una situazione standard di una casa nel Centro Italia abitata da una famiglia di circa 4 persone. In questo caso il consumo medio è intorno ai 3.000 kWh e la superficie è di circa 23 m². Sono diversi gli incentivi, dato che fino al 31 dicembre 2017 corrispondono al 50% della spesa, mentre dal 1 gennaio 2018 scenderanno al 35%.  Cambiano frequentemente e non è escluso che vengano modificati di nuovo ma, come puoi vedere, il tempo di recupero dell’investimento rimane lo stesso.

Come cambia il rendimento?

Altri fattori che condizionano la produttività dell’impianto fotovoltaico sono:

  • i consumi (se si riducono il rendimento diminuisce);
  • la percentuale di autoconsumo;
  • la presenza maggiore o minore di radiazioni solari.

Per calcolare la produttività dei tuoi pannelli fotovoltaici, è importante conoscere la potenza di picco dell’impianto. La puoi trovare sulla scheda tecnica o sull’etichetta. In caso di dubbio rivolgiti ad un’azienda specializzata, con esperienza nel settore.

Che risparmio si ottiene rispetto alle fonti di energia tradizionali?

• In bolletta

Ogni chilowattora di elettricità autoprodotta rappresenta un risparmio immediato. Questo significa che, in condizioni ideali, la bolletta si azzererà.
Considerando un consumo annuale standard di 2.800 kWh/anno ad un costo di 0,23 €/kWh, la cifra che pagheresti sarebbe intorno ai 644 € annui. Sono quindi circa 16.000 € risparmiati per tutta la sua durata.

Esempio:

Se hai un impianto che produce 10 kWh di energia pulita al giorno e riuscirai a sfruttarli interamente, ne trarrai la massima convenienza.
Generalmente l’autoconsumo istantaneo durante il giorno raggiunge il 20-30%, ma spostando il più possibile i consumi nelle ore diurne, quando si ha il picco di produzione, si può arrivare anche al 40-50%.
In alternativa puoi optare per un impianto con accumulo, che permette di immagazzinare energia e di utilizzarne fino al 90%.

• Con lo scambio sul posto

A partire dal 2012 non è più possibile realizzare impianti esclusivamente per la vendita ai Gestori di Servizi Energetici. Si può ottenere solamente un rimborso, molto basso, della percentuale che non viene consumata. fotovoltaico conviene

A quali incentivi hai diritto?

Anche gli incentivi erogati dallo Stato rendono conveniente il fotovoltaico. Visto che cambiano spesso a seconda delle normative che entrano in vigore, ricapitoliamo brevemente.
Gli incentivi del Quinto Conto Energia si sono conclusi nel 2013, ma a dicembre 2016 è stata approvata la legge di bilancio che ha esteso le agevolazioni per le ristrutturazioni per tutto il 2017.
Attualmente, quindi, hai diritto ad un contributo economico dovuto a quest’ultimo bonus, che puoi richiedere insieme alla dichiarazione dei redditi. Rientra negli aiuti stanziati dal Governo per gli interventi finalizzati ad una riqualificazione energetica e sostenibile delle abitazioni. Ti verrà rimborsato fino al 50% della spesa che riguarda gli interventi edili, la riqualificazione antisismica ed energetica, in rate annuali spalmate su 10 anni. Il fotovoltaico quindi conviene soprattutto sul lungo termine.

Esempio incentivi:

Se hai speso, ad esempio, circa 9.000 € ogni anno ti verranno restituiti 450 € solamente in incentivi. Se abiti in un condominio e l’intervento è stato fatto sulle parti comuni, hai diritto ad una quota pari a circa il 65%, fino al 2021. La stessa regola si applica anche agli alberghi. Avrai anche la possibilità di cedere lo sgravo fiscale alle aziende o a soggetti terzi. Per queste ultime è stato prorogato anche il super ammortamento del 140%. Copre l’acquisto di macchinari per interventi legati all’energia rinnovabile e alla riqualificazione.
In aggiunta a questo, se i materiali utilizzati sono di qualità elevata, conformi agli standard europei o se i nuovi pannelli andranno a sostituire le parti del tetto in amianto, potrai usufruire di un ulteriore bonus.

Altri fattori per cui il fotovoltaico conviene

Oltre a quanto detto fin’ora, ci sono altri motivi di convenienza tra cui:

  • manutenzione minima: non ci sono parti meccaniche da sostituire (a parte l’inverter ogni 10 anni);
  • aumento del valore degli immobili: la tua casa passa ad una classe di efficienza energetica superiore;
  • sfruttamento di spazi inutilizzati: tetti piani o inclinati che non hanno altre funzioni;
  • diminuzione progressiva dei costi per la produzione di energia fotovoltaica;
  • avvicinamento alla grid parity: il momento in cui l’energia alternativa avrò lo stesso prezzo di quella generata da fonti fossili;
  • diminuzione del costo dell’energia tradizionale: si riduce il numero di persone che la utilizza.

 

Quali sono i benefici per l’ambiente?

Installare un impianto fotovoltaico è spesso anche una scelta etica, motivata dal rispetto per il nostro pianeta. Consente di sfruttare il più possibile l’energia pulita e rinnovabile. È quindi anche un modo per prenderti cura del pianeta e di preservarlo per le generazioni future. Permette, infatti di:

  • ridurre l’inquinamento atmosferico e le emissioni di anidride carbonica. Durante tutta la vita di un impianto si può arrivare a evitare di produrre fino a 15.930 kg di CO2. Riscaldare un appartamento di 60 m² con energie fossili, contribuisce ad emissioni pari a 20 kg al giorno;
  • diminure l’impatto degli impianti di riscaldamento sul paesaggio. I pannelli ora sono integrati perfettamente ai tetti delle abitazioni, con un impatto nullo sull’ambiente;
  •  azzerare l’inquinamento acustico e l’immissione di gas serra;
  • riciclare i pannelli al 100% soprattutto quelli realizzati con materiali di ottima qualità, certificati a livello europeo.

Vuoi iniziare a risparmiare con il fotovoltaico?

Questi sono tutti i vantaggi che potrai avere. Non ti resta che richiedere un preventivo e scoprire quanto è conveniente il tuo nuovo impianto. Per l’installazione, è opportuno affidarsi ad un’azienda specializzata. Ha le competenze giuste, infatti, per aiutarti a trovare la soluzione migliore per la tua abitazione. In questo modo avrai, inoltre, una garanzia maggiore che siano utilizzati materiali di qualità. Ricevere preventivi è gratis e non comporta alcun obbligo! Inserisci il tuo codice postale e compila la scheda informativa. In questo modo nel giro di 24 ore riceverai fino 5 preventivi da parte di aziende locali.